Madeleine

padre madre, nonna

Del vecchio negozio ricordo gli odori: proprio qui a destra partiva uno scaffale in cui c’erano le saponette Palmolive, col loro caratteristico profumo; poco oltre una scansia chiusa coi budini all’amaretto…

Cristiano Zironi

Sopra la sede del PRI c’era la sede del Partito Repubblicano di proprietà delle zie di Cristiano che veniva ogni domenica

da Padova dove era segretario del ministro Gui; di pomeriggio mi succedeva di andare con lui e altre amiche di Bondeno in gita da qualche parte nelle vicinanze con la mia 850 fiat; purtroppo poi non ne ho più saputo niente…

Fiumalbo

La foto è mia scattata una domenica in cui i miei erano venuti a trovarci in vacanza; in primo piano mio padre, poi mia madre e sua sorella (che pesca) poi mio fratello e in fondo mia nonna materna. L’anno è il 1961.

Un magnifico novembre

Come avete visto nel post precedente io mi laureai in lettere a luglio e compilai la domanda per le supplenze subito dopo; una delle prime che mi capitò fu all’ istituto Einaudi di Ferrara che aveva una sede staccata ai lidi.

Ci andai una volta e ricordo perfettamente quella splendida mattina del 1970: anche allora il clima era variabile (cfr. il quasi omonimo romanzo di Ercole Patti)

Ottobre 2022

calendario

continua il calendario ricavato dalle foto del mio Facebook (che adesso si chiama meta); partendo dal’alto a sinistra: la mia a112 sul ponte di barche a Stellata; io intervistato alla sala estense a Ferrara; una foto di Patrizio Grechi alle maestre di Scortichino; il campo di tennis del 2000; una foto del liceo con Giovanardi ; Guccini con la compagna dell’epoca; un tramonto da casa mia; la raccolta della carta in canonica nel 1967in un articolo.

63 visualizzazioni recenti

Giocando si impara

archeoludica

Negli Stati Uniti dell’Ottocento, il termine robber baron (in inglese, barone-rapinatore o barone ladrone) designava degli imprenditori e banchieri che ammassavano grandi quantità di denaro, costruendosi delle enormi fortune personali, solitamente attraverso la concorrenza sleale. Il termine è oggi impiegato riferendosi alla stessa categoria di persone che mettono in pratica dei metodi imprenditoriali non trasparenti per ottenere potere e ricchezza.

Robber baron deriva dalla denominazione dei signori medievali tedeschi, che illegalmente pretendevano dei pedaggi esorbitanti dalle navi che attraversavano il Reno. Gli studiosi non sono concordi sull’origine e sull’uso del termine. È stato reso popolare da un libro di Matthew Josephson durante la Grande depressione, nel 1934. Il giornalista attribuì la reintroduzione del termine ad un pamphlet del 1880 contro il monopolio, in cui i contadini del Kansas designavano così i magnati delle ferrovie.

http://it.wikipedia.org/wiki/Robber_baron

Thomas J. DiLorenzo. How Capitalism Saved America. Three Rivers Press, 2005

Cefalonia

Cercatela su wikipedia e sottolineate la nota :” Non era ancora noto alla divisione che gli Alleati avevano deciso di non inviare alcun aiuto a Cefalonia per ragioni politiche, cioè non danneggiare i rapporti con l’Unione Sovietica che riteneva di fatto i Balcani una sua esclusiva zona di influenza[54] .(la Storia dovrebbe evitarvi di credere alla balla, spacciata dai media dei disertori russi!

Cena di classe

Come potete vedere dalla foto io ho fatto la cena di classe riferita al periodo delle medie su iniziativa di Altafini Giuliano che ci riunì per celebrare il periodo delle medie e ci dispose nello stesso ordine di allora (più o meno)

anno scolastico 59/60

Allora la scuola media era privata e la nostra aula era un’aula della scuola elementare in piazza Roma a Bondeno; tutti noi per essere ammessi avevamo fatto un esame e per molti l’insegnamento è poi diventato una professione.

Io sono il primo a sinistra nella foto sopra

in prima e in terza

Per non dimenticare

Nel 1991 l’Italia era la quarta potenza industriale mondiale. Un traguardo frutto del modello economico sancito dalla Costituzione, quello misto pubblico-privato. Lo Stato, per mezzo delle partecipazioni statali e dell’IRI, svolgeva il ruolo di imprenditore nei settori strategici (energia, acciaio, chimica, aerospazio, meccanica, comunicazioni), dirigeva lo sviluppo del paese e interveniva per salvare le aziende in crisi tutelando produzione ed occupazione. Nel 1992 il Governo Amato (con Draghi direttore generale del Ministero del Tesoro) avvia la privatizzazione del patrimonio pubblico, poi portata a termine fra il 1996 ed il 1999 dai Governi Prodi e D’Alema. Risultato: la distruzione del nostro tessuto produttivo, la perdita di rilevanza internazionale e la dipendenza dall’estero. Una catastrofe economica, sociale e civile senza precedenti.

Il gioco

Ancora nel 2010 insistevo con un post https://bondeno.online/2010/11/17/il-gioco-che-verra, ma nel 1995 ci eravamo riuniti con alcuni amici in via Fermi a Bondeno per fondare la ludoteca ” I signori della nebbia” che adesso è stata fagocitata dal comune di Bondeno nel nome del Volontariato.

Proprio oggi leggevo su Facebook il necrologio di un fattivo assertore dell’iniziativa pubblica in questo campo che testimonia che “non è più il momento“.

Al gioco come pratica educativa ho dedicato anche miei articoli in diverse occasioni e vi invito a rileggerli consultando la mia bibliografia: in particolare l’esperienza didattica con Circus Maximus, quando portai il gioco in una classe del liceo in cui insegnavo.

Nubifragio su Bondeno

Dopo il terremoto del 2012 l’evento più rilevante è stato l’uragano di forza 1 (come lo ha definito pomposamente Sky) e che ha fatto strage di tetti e alberi

KODAK Digital Still Camera
KODAK Digital Still Camera

In alto il pino( che risale ai primi anni 60) spezzato dalla furia del vento; in basso lo squarcio nel tetto prodotto dalla caduta del camino!