Povero me!

Con ogni probabilità anche nel 1939 il registro era della casa editrice Spaggiari (come il mio), ma lui era il docente di italiano a Lettere a Bologna che pretendeva di fare l’appello ogni mattina a 650 alunni ( tanti eravamo noi iscritti al primo anno di corso nel 1966).

Eppure capisco bene il suo spaesamento, così simile al mio dopo una pandemia che sicuramente ha fritto parecchi cervelli: per esempio stamattina su Facebook qualcuno chiedeva se per andare alla fiera paesana servisse il green pass…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.