maggio

Dal solito calendario di FB partendo dall’alto a sinistra: la locandina di una manifestazione; una mia foto di Paola Quattrini a teatro; mia nonna che attraversa a piedi il ponte di San Giovanni per andare a messa; il Living Theatre; il negozio nel 1930, il volantino dell’inaugurazione nel 1969; la sala di proiezione del cinema Argentina; un concerto di Guccini.

Divi & divine

Nel corso del tempo ovviamente ho visto diversi spettacoli, eventi e mostre e qualcuno l’ho anche fotografato (con i mezzi all’epoca a disposizione):

teatro comunale

Nella foto sopra Manuela Saletti, Chierici Alberto, Dino Giatti e io siamo in un palco a Ferrara per uno spettacolo di Giorgio Gaber; nella foto sotto a Finale Emilia un temporale ci sorprese durante un concerto di Paolo Conte e ci rifugiammo negli spogliatoi del campo di calcio!

Cosplay

Se non lo sapete è una “mascherata” in cui le persone vestono i panni dei personaggi dei fumetti:

qui ero a Mantova comics nel 2010, pre-pandemia.

Con uno schermo verde alle spalle si possono creare sfondi immaginari anche per video, l’effetto si chiama croma-key.

maga nella foresta

Predazzo

Qui con mio padre e mia madre in montagna (non sono riuscito a togliere le righe di scansione)

Conosciuta anche con il nome de “Il Giardino Geologico delle Alpi” in quanto custodisce la più alta concentrazione di varietà geologiche al mondo, Predazzo si trova in una posizione privilegiata e favorevole al centro tra la Val di Fiemme e la Val di Fassa e alla fine della Val Travignolo.

predazzo 1949

Dischi

Mentre io e altri imparammo a leggere sui fumetti il mio rapporto con i dischi fu tardivo (in compenso saltai a piè pari i 45 giri a favore degli LP):

il mio primo disco (1967)

Allora l’acquisto era lungamente meditato , infatti inizialmente avevo comprato la colonna sonora di 2001 odissea nello spazio e lo cambiai con questo, (prezzo lire 1350); un giorno di novembre appena arrivato a Bologna in università.

Mio padre mi passava 4000 a settimana per le spese di studio (del vestiario si occupava mia madre) quindi tasse scolastiche e trasporto ferroviario Bondeno-Bologna erano a mio carico; sarà per quello che quell’anno persi 10 chili e fui riformato alla successiva visita di leva! 😉

Carrara

Quello che vedete qui, immediatamente dopo il ponte di San Giovanni, è quello che rimane dello spiazzo della gelateria che c’era negli anni ’50 del secolo scorso (di fronte all’ex teatro comunale) dove mi portarono a prendere un gelato subito dopo l’asportazione delle tonsille,

Gli ultimi fuochi

liste 1998

Hanno semplicemente un valore documentario: come vedete il PRI si era già dissolto con “mani pulite” e ne rimanevano 3 candidati storici; come al solito nessuno si noi fu eletto.

Alla fine della legislatura però ci fu una crisi di governo locale e sarebbe toccato a me entrare in consiglio, ma i socialisti preferirono andare a nuove elezioni e sparirono definitivamente…